La Fucina Digitale presenta il 3D printing ed il 3D rendering, ma quale software utilizzare per la creazione di modelli matematici e scientifici in 3D che possano essere interessanti per un uso didattico? (didattica della Matematica, Fisica, Scienze).

Molti software di 3D rendering, pur semplici, non consentono di lavorare sui modelli matematici didattici che stanno alla base della sua creazione ed utili per darne un significato non solo ludico.

Noi consigliamo il software beetleblocks che nasce dal progetto Scratch e lo estende al 3D.

Il software è molto intuitivo e permette non solo di creare azioni (e videogiochi in 3D) ma anche di esportare file in formato STL, OBJ e SVG (in un caso molto utile per la stampa in 3D).

La  sfida che qui ci poniamo con i nostri ragazzi è di disegnare la molecola d’acqua. Per farlo dobbiamo conoscere le sue proprietà, conoscere le dimensioni relative tra l’atomo di idrogeno e l’atomo di ossigeno, conoscere la distanza media di legame tra ossigeno ed idrogeno.

In metodologia webquest, troviamo questo utile file.

La sfida è tutta chimica ma anche matematica, perché richiede di determinare le posizioni spaziali di inizio e fine dei nostri solidi (abbiamo usato sfere per l’O e l’H ed un tubo pieno per indicare il legame tra essi) affinchè si raccordino. Ne è venuto fuori il solido che vedete nelle figure, pronto per essere stampato!

Buon lavoro e per qualsiasi dubbio scrivete ad alfonsodambrosio@yahoo.it o contattate la Fucina delle Scienze.

molacqua1

molacqua2

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti