La campagna crowdfunding

Prima che una campagna crowdfunding venga resa pubblica, è necessario dedicare qualche ora alla preparazione di grafiche, materiale video, descrizioni, immagini e post. Da vero nerd, le mie competenze grafiche sono scarse, ma sufficienti per la realizzazione di elaborati accettabili.

La parte che ha richiesto più tempo in assoluto è stata la preparazione del video; comprensiva di scrittura copione, registrazione in due lingue ed editing finale: se durante la registrazione avessi sbagliato qualche parola, avrei dovuto ricominciare da capo. Ho dedicato un’intera giornata…ma sono soddisfatto del risultato.

Un altro aspetto molto importante, forse quello che mette più in crisi neofiti come me, è la stima del budget da richiedere e la durata della raccolta. Questo perché è necessario tenere conto non solo delle spese da affrontare ma anche di quanto costerà la spedizione degli oggetti, della percentuale che la piattaforma si prenderà dagli incassi e infine dell’esborso per il sistema di pagamento.

Dopo molti giorni di riflessione, il budget stimato è di 2300$ da raccogliere in 3 settimane. Tale cifra mi avrebbe permesso di acquistare i biglietti andata/ritorno Genova-San Francisco, acquistare i souvenir (cartoline, magliette) e comprare del cibo.

Pomeriggio di Lunedì 16 luglio – partenza della campagna crowdfunding

Due click e il gioco è fatto! Tutti possono visualizzare la campagna all’indirizzo: https://igg.me/at/lorenzo/.

Ora non resta che condividere e diffondere il messaggio ad ex professori, persone con cui ho collaborato e familiari.
Lo spam (😂) verrà effettuato scaglionando il messaggio dell’iniziativa nel corso dei giorni, al fine di assicurarmi (potenzialmente) contributi costanti.

La campagna parte nel pomeriggio e in un giorno sono stati raccolti più di 300$, il 13% del budget finale. Sapevo che non sarebbero stati abbastanza e che per le statistiche è un brutto inizio, ma tali contributi mi hanno dimostrato concretamente che qualcuno crede in me… e per davvero. Questo mi onora profondamente.


Nel corso delle settimane ho continuato ininterrottamente a mandare email personalizzate in base al destinatario. (ne ho inviate 254)
DOVEVO arrivare al risultato.

Domenica 5 agosto – termina la campagna crowdfunding

La campagna indiegogo termina con 1500$ raccolti (65% del budget richiesto). Ma… fortunatamente ho ricevuto altre donazioni offline.
È ufficiale: andrò in Silicon Valley! ✈️

Sono senza parole: non solo ho raggiunto l’obiettivo, ma l’iniziativa ha suscitato l’interesse di professori, amici, parenti ma anche di giornali, Università e cariche pubbliche.
Il video ha raggiunto 3700 visualizzazioni e le persone ad aver contribuito sono state più di 50.

Mercoledì 8 agosto – ahi!

La sera, ricevo una email da parte di indiegogo: ho sùbito pensato si trattasse della conferma di avvenuto bonifico. Esattamente il contrario: tutti i soldi raccolti sono stati restituiti ai contributor.
Panico! Cosa fare ora?

Mi sono subito messo al lavoro: ho ricontattato i contributor chiedendo loro un ulteriore sforzo…trovare un altro canale per ricevere nuovamente il sostegno.
Mentre inviavo altre email e messaggi, continuavo a ripetermi di non illudermi di riuscire a raccogliere la stessa cifra per un’altra volta.

Venerdì 17 agosto – il giorno prima del viaggio

Di 38 persone che avevano utilizzato la piattaforma, ben 30 hanno trovato un’altra soluzione per il contributo. La cifra recuperata supera di poco quella della campagna. A dir poco fantastico.

Al prossimo articolo: il viaggio!

Saluti dallo scalo di Amsterdam 👋🏼🇳🇱

 

Torna al primo post del Blog di Lorenzo.
Vai al post successivo del Blog di Lorenzo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti