Pubblichiamo un interessante lavoro tratto dal corso Scienze con il digitale su Wikiscuola

L’INQUINAMENTO SONORO CON LO SMARTPHONE

Corsista: Annalisa Deregibus


L’inquinamento acustico è un grosso problema nella società moderna, e ha un grande impatto sulla salute di quasi tutti. Al giorno d’oggi non possiamo più sperimentare il silenzio perfetto a meno di trovarsi in una stanza insonorizzata. Chi vive in una città, non puoi evitare di sentire il rumore di fondo 24 ore al giorno. Le nostre orecchie sono ormai abituate a questo. Ma il nostro apparato uditivo è delicato, e dobbiamo essere consapevoli di quanto il rumore possa danneggiarli. I giovani tendono a ignorare i pericoli e spesso hanno comportamenti deleteri per il loro apparato uditivo. Musica, concerti, discoteche, parchi di divertimento e feste sono luoghi e eventi in cui il rumore può raggiungere livelli pericolosi. In queste situazioni i suoni sono costantemente ad alti livelli. Anche le nostre scuole, come ambienti di lavoro e di vita, possono avere situazioni in cui alcuni impatti acustici possono aumentare i danni per la salute di insegnanti e studenti

DISCIPLINE COINVOLTE

Educazione ambientale e alla salute, fisica, matematica, biologia/anatomia, geografia, tecnologia e informatica (TIC)

ETA’ DEGLI STUDENTI/CLASSE

12-14 anni, classe seconda media ma può essere adatta anche ad una terza. Non è adatta alla classe prima.

APPLICAZIONI UTILIZZATE

Android: sound Meter (o similari). Il fonometro della app Physics Toolbox Suite non consente di fare l’operazione di calibratura perciò è poco adatto.

iOS: Decibel Ultra

FINALITA’

Questa attività riguarda soprattutto le scienze ambientali, perché si occupa di studiare i livelli di rumore e l’inquinamento acustico. La finalità principale è sensibilizzare gli studenti alla qualità del loro ambiente scolastico ed circostante la scuola rispetto al livello di rumore. Si tratta di una attività sperimentale al termine della quale gli studenti dovranno costruire una mappa geografica dei livelli di rumore nella loro area scolastica. Altra importante finalità è capire come il rumore può essere misurato e quanto è semplice misurarlo utilizzando un microfono e una app.

Inoltre, si vuole sensibilizzare l’intera comunità scolastica al problema del rumore.

OBIETTIVI

  • Imparare a cooperare in un gruppo di lavoro

  • Sensibilizzare la comunità scolastica all’inquinamento acustico

  • Utilizzare un’applicazione per smartphone per un progetto scolastico e non solo per divertimento

  • Comprendere l’utilità di molte app per la nostra vita quotidiana

  • Imparare a raccogliere, analizzare e rappresentare dati statistici

  • Comprendere il collegamento dell’inquinamento acustico e la nostro salute

METODOLOGIE:

L’attività proposta è basata sull’osservazione e sperimentazione seguite da momenti di riflessione e concettualizzazione Il metodo utilizzato è attivo, costruttivista, essenzialmente induttivo. Tra le metodologie utilizzate ci sono:

  • Flipped classroom

  • Didattica laboratoriale

  • Cooperative learning

  • Inquiry based learning

  • Debate

ATTIVITA’

L’insegnante dapprima introduce brevemente le basi della fisica del suono e dell’elaborazione nell’orecchio umano. Farà poi una breve introduzione al rumore (ad esempio mostrando l’immagine di un lavoratore che indossa una protezione per l’udito) per aiutare gli studenti a creare una connessione tra inquinamento acustico e problemi di salute.

Successivamente, si dividono gli studenti in gruppi di lavoro. Ciascun gruppo deve scaricare e installare su almeno uno smartphone l’app richiesta.

La prima attività di ciascun gruppo è calibrare l’app su tutti i dispositivi in uso per poter confrontare le misure all’interno del gruppo o tra diversi gruppi di lavoro.

Per fare la calibrazione bisogna:

  • Trovare un posto tranquillo e silenzioso

  • Cercare il video di YouTube “pink noise” e usare questo rumore come
    un riferimento per calibrare tutti gli smartphone
    https://www.youtube.com/watch?v=fguGuABgm-Q.

  • Accendere al massimo gli altoparlanti esterni del computer
    livello (potenza altoparlante 2-3 W).

  • Iniziare a misurare questo rumore con l’app, mantenendo la
    distanza di 1 m tra il microfono dello smartphone e l’altoparlante e puntando il microfono verso l’altoparlante.

  • Si dovrebbe vedere sullo schermo dello smartphone il valore
    di circa 86 dB (se è inferiore o superiore, utilizzare la funzione +/-
    dell’app per calibrare il microfono del tuo dispositivo).

A questo punto in classe si concordano insieme i punti in cui effettuare le misurazioni sia all’interno della scuola che nell’area circostante.

  • Luoghi da studiare a scuola:

  • I corridoi durante l’intervallo.

  • Le aule dove viene effettuato il pranzo portato da casa con sorveglianza degli insegnanti

  • La sala mensa

  • Le lezioni in aula per ogni materia

  • L’aula durante il cambio d’ora

  • La palestra durante le attività (provare con attività diverse)

  • Il cortile durante la pausa pranzo

  • Le aule durante le lezioni di strumento musicale (il nostro è un Istituto ad indirizzo musicale) con i vari strumenti

  • L’aula magna durante le prove dell’orchestra della scuola

  • Luoghi dell’area circostante la scuola:

  • Le strade confinanti con la scuola.

  • Il viale vicino alla scuola

  • Il parco vicino alla scuola

  • La stazione ferroviaria (a pochi minuti dalla scuola) durante il passaggio dei treni

  • A casa: durante l’ascolto della musica preferita. Una situazione a scelta degli studenti del gruppo: una festa, un cantiere di lavoro, il suono ad alto volume vicino alle casse in auto o in discoteca ecc

Viene quindi consegnato ai gruppi un foglio con una tabella di registrazione per riportare il misure. Con gli studenti, prima di iniziare le misurazioni, si concordano le stesse procedure di campionamento: intervalli di campionamento, registrazione continua con valori medi.

Una volta raccolti i dati, le tabelle vengono condivise su Edmodo e riportati su Excel in laboratorio di informatica in una unica tabella. Viene quindi scelta la tipologia di grafico adatta e quindi costruito il grafico che riporti i dati raccolti. Inoltre, viene chiesto di calcolare la media dei dati, la moda e la mediana (ripasso di matematica: statistica)

Con l’insegnante di geografia vengono invece rappresentati sulla piantina della scuola e su quella del quartiere i dati più significativi.

Al termine dell’attività vengono effettuate le conclusioni e le riflessioni attraverso un dibattito e viene costruita una piccola presentazione e scritto il testo per presentare i dati raccolti alla comunità scolastica.

Si può, tra le altre cose, riflettere insieme sui livelli sonori (e la oro durata) che ci sono a scuola durante l’ora di mensa/panino rispetto alle varie attività didattiche e stimolare così gli alunni ad un comportamento differente. Inoltre, è interessante riflettere sui livelli sonori negli ambienti di lavoro (la misurazione alla stazione o in un cantiere di lavoro può aiutare a riflettere sugli ausili per proteggere i lavoratori.). Altra riflessione interessante: la musica dell’orchestra rispetto alla musica ascoltata a casa ad alto volume o la musica ad una festa o vicino alle casse.

BIBLIOGRAFIA/SITOGRAFIA

Attività tratta dal progetto Europeo “iStage 2; l’attività scelta, rielaborata e adattata per la scuola secondaria di primo grado è “Noise Pollution: Experimental measurement of sound levels and qualitative analysis”

https://www.science-on-stage.de/page/display/en/7/7/713/laermbelastung-aus-der-broschuere-istage-2

Vai alla barra degli strumenti