di Alfonso D’Ambrosio

alfonsodambrosio@yahoo.it

Eccoci alla terza ed ultima lezione con LattinaBot.

In questa lezione LattinaBot ci aiuterà a differenziare e lo farà nel modo che sa fare un robot: attraverso una serie di istruzioni finite e inequivocabili.

Per prima cosa dobbiamo preparare il nostro Layout ovvero l’ambiente su cui andiamo a lavorare.

Creiamo una scacchiera di 2×2 quadratini (un quadratino 1 passo), mettiamo in basso 3 oggetti da differenziare (umido, plastica, bottiglia etc.), posizioniamo i secchi della differenziata ed alcuni ostacoli.

Posizioniamo LattinaBot e delle frecce direzionali.

In questa mia attività ho immaginato di programmare la bottiglia di vetro che si dirige (evitando gli ostacoli sulla scacchiera) verso il secchio del vetro.

La sequenza viene creata dall’insegnante. E’ una fase importante per un bambino perchè la bottiglia, quando si schiaccia su di essa, da sola si dirigerà verso il secchio del vetro.

È importante perché si impara anche da un buon esempio e differenziare è utile!

La bottiglia fa da guida e spiega il “gioco” ai bambini.

Ecco il codice:

Quando la bottiglia tocca il secchio del vetro invia una busta, un messaggio verde a LattinaBot.

LattibaBot riceve il messaggio ed esulta con movimenti felici, ecco il codice:

Il messaggio può essere inviato anche dal secchio dell’immondizia per l’umido:

 

Ecco il codice da creare per l’umido (pianta):

Dove dovrà dirigersi la mela?

Programmiamo le frecce direzionali come abbiamo visto nella Lezione 3 e guidiamo la mela verso il sacchetto dell’umido

E se volessimo aggiungere suoni, testi, e altri personaggi?

Non vi è limite alla fantasia: provate voi!

Se volete suggerire una attività o proporre una vostra, scrivetemi ad alfonsodambrosio@yahoo.it

 

 

Vai alla barra degli strumenti