di Alfonso D’Ambrosio

 

Vi presento un semplice esperimento, molto interessante, per discutere di energia e delle sue trasformazioni, per discutere di energie “pulite”.

L’esperimento è qualitativo ma possono essere fatte misure quantitative.

 

Materiale occorrente

  • 2 motorini DC Motor
  • 2 Fan motor, ovvero delle ventole per motorini (se ne trovano tante su diversi siti Amazon incluso)
  • alcuni cavi
  • 1 led
  • 1 batteria da 9V

 

Procedimento

Collegare la batteria da 9V al primo motorino.

Al secondo motorino creare un circuito chiuso su un led (assicurarsi che le polarità siano corrette).

Il motore DC è un generatore pronto per generare energia elettrica. Tutto quello che dovete fare è far ruotare l’asse del generatore usando una fonte esterna di energia meccanica.

Nel nostro caso, a far muovere il secondo motorino, sarà il vento, l’energia eolica generata dal primo motorino.

Ai capi del motorino si avrà una tensione di qualche volt, sufficiente per accendere un led e così accendere le luci gratuitamente utilizzando energia pulita.

Ecco cosa accade:

L’esperimento può essere fatto sostituendo al primo motorino un ventilatore oppure il vento di una giornata uggiosa o il nostro soffio

Ecco un secondo video:

 

Con studenti più grandi è possibile anche fare delle misure quantitative, inclinando la ventolina del secondo motorino, ci accorgiamo che la luce del led diminuisce.

Quale sarà la relazione tra angolo (della normale della seconda ventolina) e flusso del vento?

Sostituiamo al led un voltmetro e misuriamo la tensione ai capi del motorino in relazione all’angolo.

Come varierà?

A voi l’esperimento.

Provate anche a variare la larghezza delle pale….

Ecco alcune foto della misura:

 

Per la misura degli angoli ho usato GIMP ed il comando Misurino https://docs.gimp.org/it/gimp-tool-measure.html

Ecco una bozza del grafico dell’angolo di flusso in funzione della tensione.

Conclusioni

Questa semplice esperienza si rileva interessante per discutere di trasferimento di energia, di energia pulita, ma anche di modellistica (come deve essere fatta una pala eolica o come essere inclinata per avere la massima efficienza). L’attività è adatta sia per la primaria, privilegiando la parte costruttiva, sia per la secondaria, soffermandosi su analisi dati e software di elaborazioni immagini quali GIMP.

Vai alla barra degli strumenti